Seguici anche su


Vacanze a tema
WEEK-END GASTRONOMICO @VINUM!
Week-end gastronomico @Vinum!
IMPOSTA DI SOGGIORNO
PREVISIONI METEO
RICERCA STRUTTURA

Sei in: homepage > tassa soggiorno
Imposta di soggiorno


IMPOSTA DI SOGGIORNO

un contributo alla bellezza del territorio

 

A partire dal 1° aprile 2012 i comuni del territorio di Langhe e Roero applicano, progressivamente, l’imposta di soggiorno. I fondi raccolti saranno utilizzati per migliorare la qualità dell’offerta e dei servizi turistici e per la manutenzione ed il recupero dei beni culturali ed ambientali.

 

Chi paga l’imposta

L’imposta deve essere pagata da tutti i soggetti che non sono residenti nel Comune e che pernottano in strutture ricettive che si trovano nel territorio comunale.

Per strutture ricettive si intendono tutte le strutture che offrono alloggio (alberghi, agriturismi, affittacamere, bed&breakfast, case e appartamenti vacanze, residence, campeggi, etc.)

 

Come si calcola l’imposta

Il gestore della struttura ricettiva deve calcolare l’imposta con riferimento:

1. al numero delle persone che pernottano nell’unità abitativa;

2. al numero delle notti di soggiorno (il periodo di soggiorno deve risultare chiaramente dal documento fiscale);

3. alle fasce di prezzo di vendita dell’unità abitativa (come risulta dal documento fiscale relativo al pernottamento) secondo la seguente tabella:

 

Fascia                                     Prezzo unità abitativa/notte                                          €/persona/notte

 

A                                                            fino a 30 euro                                                           0,50

B                                          superiore a 30 euro e fino a 300 euro                                         1,50

C                                                        oltre 300 euro                                                               2,50

 

Sono esenti dal pagamento dell’imposta di soggiorno

- i residenti nel Comune

- i minori entro il decimo anno di età (attestata mediante copia del documento d’identità del minore ovvero da certificazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa dal genitore o da chi ne fa le veci);

- i pernottamenti effettuati oltre il 21° giorno di soggiorno consecutivo nella medesima struttura ricettiva;

-  gli autisti di pullman e gli accompagnatori turistici che prestano attività di assistenza a gruppi organizzati dalle agenzie di viaggio di almeno 25 partecipanti. L’esenzione si applica per ogni autista di pullman e per un accompagnatore turistico ogni 25 partecipanti a condizione che il documento fiscale di vendita del soggiorno sia unico, per l’intero gruppo, intestato e pagato direttamente dall’agenzia di viaggio e turismo.

 

Ai sensi del Regolamento Comunale che disciplina l’imposta ogni esenzione deve essere debitamente documentata dai gestori delle strutture ricettive oppure deve risultare da una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa dal soggiornante/turista. In entrambi i casi è fondamentale che queste siano allegate al relativo documento fiscale di vendita per non incorrere in sanzioni.

 

Con un piccolo contributo anche Tu diventi sponsor

delle colline di Langhe e Roero,

favorendone la tutela e salvaguardia

 

Download PDF file 





CONSORZIO TURISTICO LANGHE MONFERRATO ROERO - P.IVA 02267590046 - email: info@turismodoc.it - © Copyright 2012 - Tutti i diritti sono riservati - WinTrade Siti Turismo Web Agency